Wednesday, May 02, 2007

IL FUTURO RUBATO

Una quindicina d'anni fa ho rischiato di essere coinvolto in una sorta di "catena di Sant'Antonio", nella quale, sborsando un milione, se tutto fosse andato bene, se ne sarebbero potuti guadagnare sette. Il meccanismo era quello solito: si cercavano altre sette persone da "imbarcare" in un ipotetico aereo e queste, a loro volta, dovevano cercarne sette per ciascuno, sviluppando il tutto secondo una progressione basata sulla pootenza di sette. Teoricamente, dopo 11 passaggi, poteva essere coinvolta l'intera popolazione mondiale, compresi gli abitanti della Nigeria, quelli delle "favelas" , gli eskimesi ed eventuali alieni. Dopo di che la catena si esauriva, lasciando a bocca asciutta quelli dell'ultimo giro, che evidentemente non avrebbero mai trovato nessun altro da "imbarcare". In questo modo si "vendeva il futuro "! ! !

Ma c'è chi il futuro LO RUBA ! ! !
E sono quelli delle discariche abusive, quelli che hanno trasformato la Civiltà dei consumi in Civiltà degli sprechi, tanto che siamo sommersi dalla nostra stessa merda. . . . .Sono quelli che si fanno pagare per venderci cose inutili e poi ci fanno pagare ancora per eliminarle. . . . Ed hanno pure il coraggio di chiedere aiuto al terzo mondo, dove c'è ancora spazio per scaricare i rifiuti di coloro che continuano allegramente a SPRECARE e ad USARE LA TERRA come se l'avessero in proprietà e non in uso.
COSA LASCEREMO A CHI VERRA' DOPO DI NOI?

1 Comments:

Blogger Sergio said...

All'ultima domanda, la risposta non può essere che : "M E R D A":

4:05 PM PDT  

Post a Comment

Links to this post:

Create a Link

<< Home